COME SUPERARE LA PROVA SCRITTA DEL CONCORSO DIRIGENTI

Ivana Summa, Luciano Lelli

Come prepararsi al NUOVO concorso per dirigente scolastico Volume 1°

Conduzione organizzazioni complesse, organizzazione del lavoro e gestione del personale, valutazione ed autovalutazione,  organizzazione ambienti di apprendimento, innovazione digitale della didattica, € 25,00, pag. 380

Presentazione

Il testo è rivolto agli aspiranti dirigenti scolastici e si propone di offrire le necessarie cognizioni per superare la prova scritta, costituita da quesiti a risposta aperta,  e la prova  orale del concorso.

Gli argomenti sono svolti in modo chiaro e completo e  con puntuale riferimento a quelle che sono le materie oggetto del concorso relative a ...le modalità di  conduzione di organizzazioni complesse con particolare riferimento alle istituzioni scolastiche ed educative statali”, e all' “organizzazione del lavoro e gestione del personale con particolare riferimento alla realtà del personale scolastico”, nonché   "all'organizzazione degli ambienti di apprendimento con particolare riferimento all'innovazione digitale della didattica,  e alla valutazione e autovalutazione   del personale, degli apprendimenti, dei sistemi scolastici".

 

INDICE

Parte I

Dirigere organizzazioni complesse

tra management della scuola e leadership educativa (I.S.)

 

Capitolo 1 – Le organizzazioni complesse

 

1.1 Che cos'è un'organizzazione

1.2 Elementi comuni a tutte le organizzazioni

1.3 Storia delle teorie organizzative

1.3.1 L'organizzazione come sistema razionale

1.3.2 L'organizzazione come sistema naturale

1.3.3 L'organizzazione come sistema aperto

1.4 I filoni della ricerca organizzativa

1.4.1 Le moderne teorie organizzative

1.5 Tipologie di modelli organizzativi

1.5.1 Le configurazioni organizzative

1.5.2 Dalla burocrazia professionale all'adhocrazia

1.6 Quale modello organizzativo per le scuole autonome?

1.7 La scuola come “sistema sociale”

1.7.1 L'apprendimento organizzativo e la learning organisation

1.7.2 Le comunità di pratiche

 

Capitolo 2 – Organizzazione e gestione manageriale delle organizzazioni complesse

 

2.1 Il management nelle amministrazioni pubbliche

2.1.1  La funzione manageriale del dirigente scolatico

2.1.2 La definizione di management e le funzioni del manager

2.2 Il processo decisionale

2.2.1 I principali approcci ai processi decisionali

2.2.2 Tipologia delle decisioni nelle organizzazioni

2.2.3 La struttura decisionale nelle organizzazioni

2.2.4 Come decidono le scuole

2.3 La progettualità e il processo di progettazione

2.3.1 Il progetto: alcuni concetti fondamentali

2.3.2 La struttura di un progetto e la metodologia progettuale

2.3.3 La pianificazione e il controllo della progettazione

2.4 La comunicazione organizzativa

2.4.1 Il quadro normativo della comunicazione pubblica

2.4.2 Comunicazione e benessere organizzativo

2.5  Delegare per dirigere

2.5.1 Il profilo giuridico della delega

2.5.2 Il profilo organizzativo della delega

2.6  La struttura organizzativa nella gestione manageriale

2.6.1 Un modello per il middle management nella scuola

2.6.2 Gli ambiti di azione del middle management

2.7 Strumenti e dispositivi per il management

2.7.1 Organigrammi e funzionigrammi

2.7.2 Gli strumenti manageriali per progettare, pianificare, monitorare,  migliorare

2.7.3 Scegliere il personale: il colloquio di lavoro e l'analisi del potenziale

 

Capitolo 3  – La leadership  e il fattore umano nelle organizzazioni di lavoro

 

3.1 La leadership educativa  nella scuola

3.1.1 Alcuni aspetti specifici della  leaderschip  scolastica

3.2 La leadership in azione

3.3 Il leader e la leadership

3.4 La gestione delle risorse

3.4.1 Le risorse umane nella scuola

3.4.2 Strumenti e modalità di gestione del personale

3.5 La gestione del personale nella legge 107/2015

3.5.1. Il dirigente scolastico e la gestione delle risorse professionali: analisi della legge 107/2015.

3.5.2 La  gestione strategica del personale docente.

3.5.3 La valutazione  del personale docente e  la valorizzazione il capitale professionale.

3.6.La formazione nella legge 107/2015: bisogni individuali e  fabbisogno formativo della scuola

3.6.1.Aggiornamento e Formazione.

3.6.2.Il bisogno di formazione: che cosa è e come rievarlo

3.6.3.L'analisi dei bisogni di formazione delle persone e del fabbisogno formativo.

3.7.Alcune questioni tra leadership e management.

3.7.1. L'integrazione tra individuo ed organizzazione.

3.7.2. La motivazione al lavoro

3.7.3.La gestione dei conflitti.

3.7.3.1.La risoluzione  dei conflitti attraverso la negoziazione.

3.8.  Il dirigente scolastico come leva per il cambiamento

3.8.1. Ma le scuole, da sole,  riescono a cambiare?

               3.8.2. Progettare il “cambiamento”: due approcci a confronto

3.8.3. Uno schema per il cambiamento.

 

Parte II

Il dirigente scolastico leader educativo in una scuola rinnovata (L.L.)

 

Capitolo 1 – La responsabilità pedagogica e metodologico-didattica del dirigente scolastico

 

1.1   Complessità strutturale della figura professionale del dirigente scolastico

1.2   Innovazioni enfatizzate nell’esercizio della dirigenza scolastica sancite nella legge 107/2015

1.3   Tipologie di esplicazione della funzione di dirigente scolastico

1.3.1        Dopo la riforma Gentile e fino ai Decreti Delegati del 1974

1.3.2        Dai Decreti Delegati all’autonomia scolastica

1.3.3        Dall’autonomia scolastica all’attribuzione della dirigenza

1.3.4        In “la Buona Scuola” e nella legge 107

1.4 Pars construens organica e sistemica

 

Capitolo 2 – L’azione del dirigente scolastico nella progettazione dell’offerta formativa

 

2.1   Valenza educativa e didattica della funzione dirigente

2.2   L’integrazione tra dirigente scolastico e organi collegiali

2.3   La leadership del dirigente scolastico nei processi attuativi dell’autonomia

2.4   Il ruolo del dirigente scolastico entro il “Piano triennale dell’offerta formativa”

2.5   Dirigente scolastico, figure di sistema e team operativi

 

Capitolo 3 – Pluralità degli ambienti di apprendimento per il successo formativo

 

3.1 Il concetto di “ambiente di apprendimento”: delineazione complessiva

3.2 Tipologie di “ambiente di apprendimento”: formale, non formale, informale

3.3 Il “sistema formativo integrato” come connessione funzionale dei differenziati ambienti di apprendimento

3.4 La scuola come ambiente sistemico di apprendimenti istituzionali: dall’istruzione all’educazione

3.5 La didattica «autentica» quale attuazione quotidiana e continua di  processi innovativi

3.6 L’innovazione digitale per l’implementazione e la ristrutturazione degli ambienti di apprendimento

3.6.1 Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione come ambienti di apprendimento

3.6.2 Il Piano Nazionale Scuola Digitale fulcro di “la Buona Scuola”

3.6.3 I processi di innovazione nella didattica come fattori di sviluppo continuo della scuola come sistema di ambienti di apprendimento

 

Capitolo 4 – Problematiche della valutazione e della certificazione

 

4.1 Il percorso della valutazione nella storia e nella tradizione della scuola italiana

4.1.1 Un secolo e mezzo di consuetudini e di procedure valutative

4.2 Simboli per la formalizzazione della valutazione

4.3 Valutazione sintetica e valutazione impressionistica

4.4 Dalla valutazione sintetica alla valutazione analitica

4.5 Dalla valutazione didattica alla valutazione di sistema

4.5.1 Dopo la legge 517: la valutazione in una sequenza di norme

4.5.2 Oltre la valutazione didattica

4.6 Valutazione interna e valutazione esterna

4.6.2 Caratteristiche e limiti

4.6.2 Organi, strumenti e modalità della valutazione esterna

4.7 Valutazione e progettazione

4.7.1 La valutazione come “verso” della progettazione

4.8 La funzione dirigente scolastico nei processi valutativi

4.9 Oltre la valutazione, nei territori della certificazione

4.10 Norme, regole e processi del vigente Sistema Nazionale di Valutazione

 

Capitolo 5 – Scenari sociali e sistemi scolastici

 

5.1 La funzione sociale della scuola

5.1.1 Evoluzione storica della funzione sociale

5.1.2 Tipologie della funzione sociale

5.1.3 Funzione sociale e processi formativi

5.1.4 Peculiarità attuali della funzione sociale

5.2 Gli ordinamenti degli studi in Italia: i processi di riforma dell’ultimo cinquantennio

5.2.1 Il primo tempo dei processi di riforma

5.2.2 La partecipazione sociale alla gestione della scuola

5.2.3 Il cammino verso l’autonomia

5.2.4 La riforma sistemica tentata nel primo decennio del 2000

5.3 La “Buona Scuola” nella legge 107/2015: solo cenni

5.4 I curricoli scolastici tra Indicazioni Nazionali e Piani di Studio Personalizzati

5.4.1 Tipologie del curricolo

5.4.2 Da Programmi alle Indicazioni

5.4.3 Per una scuola centrata sulla persona

6.1 Ordinamenti degli studi e parole chiave delle politiche scolastiche nei Paesi dell’Unione Europea

6.1.1 Ricognizione complessiva della tematica

6.1.2 Orientamenti affini e tipologie di aree geografiche

6.2 Alcuni sistemi scolastici europei: connotati costitutivi

6.3 L’integrazione in corso dei sistemi scolastici in Europa

 

=======================================================================

 

Organizzazione didattica del testo

Le vostre opinioni:sono utili per sfatare pre-giudizi e pre-concetti 

·     Obiettivi:servono per convogliare l'attenzione di chi studia  verso un apprendimento efficace

·     Domande di Verifica:riguardano domande  utili per comprendere i concetti chiave rileggendo i capitoli/paragrafi correlati

·     Riferimenti normativi:sono sempre utili anche se  ripetuti nei diversi capitoli. Si riportano "a ritroso", ovvero dal più vicino al più lontano in senso cronologico

·     Concetti da approfondire:poiché non tutto si ritrova nel manuale, rimandiamo agli approfondimenti video e saggi di approfondimento

·     Casi, temi  e problemi:individuazione di problematiche, su cui il docente è chiamato a riflettere. Sono   utili  per far comprendere che  i discorsi teorici e generali sono a fondamento della gestione operativa.

 

Novembre 2018

Novembre 2018

Editoriale

Il team teaching: dimensione razionale e dimensione emozionale

di Ivana Summa

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: approfondimenti

Il Team modulare della primaria: possibile paradigma dell’insegnamento cooperativo

di Filippo Cancellieri

 

Il team-teaching

di Feldia Loperfido e Giuseppe Ritella

 

L’insegnante responsabile di efficienza e di efficacia

di Umberto Savini

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: attualità

Come sta la Buona Scuola? Analisi disincantata e modeste proposte

di Luciano Lelli

 

Radiografie al sistema scolastico e formativo

di Gian Carlo Sacchi

 

La co-progettazione tra team teaching, multi e interdisciplinarità

di Loredana De Simone

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Lo sfondo integratore: oltre la forma e l’apparenza,  la sostanza

di Sabrina Devona

 

Accoglienza e allestimenti

di Tìndara Rasi

 

SCUOLA PRIMARIA

La valutazione degli alunni nel I Ciclo d’Istruzione: le innovazioni introdotte dal Decreto Legislativo n. 62/2017

di Monica Piolanti

 

Team teaching: agire complesso, condiviso, fattibile

di Emanuela Cren

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Ricchi di parole, ricchi di pensiero

di Michela Agazzani

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Un esempio di co-progettazione didattica per conseguire competenze dal profilo europeo

di Marco Pellizzoni e Stefania Borra

 

La Bellezza tra virtù e virtuale

di Elisabetta Imperato

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

Apprendere da adulti: alcune soluzioni pratiche per un’organizzazione flessibile della didattica

di Carla Deiana

 

RUBRICHE

Lettera al direttore

 

Maestri del passato che parlano al presente

Il primo maestro “moderno”: Vittorino da Feltre

di Gianni Balduzzi

 

Le Parole della Scuola

Collegialità docente

di Ivana Summa

 

Arte Musica e Spettacolo

Re della terra selvaggia: educare alla costruzione del sé

di Vincenzo Palermo

 

Legislazione e normativa scolastica

Il Patto di corresponsabilità educativa. Ha valenza giuridica?

di Anna Armone

 

Un libro al mese

Ancora Edgar Morin, Conoscenza Ignoranza Mistero

di Luciano Lelli

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo